Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

PAVAROTTI, UN DIABETE LIRICO

Nato a Modena il 12 ottobre del 1935, Luciano Pavarotti è stato uno dei tenori italiani più bravi al mondo.

Scomparso il 6 settembre 2007, Pavarotti è stato un esempio virtuoso di come il diabete non possa arrestare il talento e la voglia di migliorarsi. Le sue qualità e la sua tenacia non solo lo hanno fatto diventare una leggenda della lirica internazionale, ma anche un personaggio che ha saputo dare tanto alla società: ricordiamo ad esempio la manifestazione “Pavarotti & Friends” dove il tenore veniva accompagnato sul palco da diversi musicisti di fama internazionale (Bon Jovi, Anastacia, Barry White, Spice Girls, Bono, Eric Clapton solo per citarne alcuni), devolvendo i milioni di dollari di incasso per portare assistenza medica e finanziare progetti socio-educativi in Bosnia, Cambogia, Kosovo, Guatemala, Liberia e Tibet, nonché per i rifugiati afghani in Pakistan, angolani in Zambia ed iracheni. Anche per questi meriti e tra i diversi riconoscimenti, nel 1998 venne insignito della carica di Messaggero di Pace delle Nazioni Unite da parte di Kofi Annan, l’allora Segretario Generale.

Tra i concerti più famosi, ricordiamo quelli tenuti da Pavarotti con Placido Domingo e José Carreras. Grandiosa la loro esibizione durante i mondiali statunitensi, a Los Angeles, il 17 Luglio 1994. Si esibirono davanti a Frank Sinatra e Gene Kelly, omaggiandoli con “My Way” e “Singing In The Rain”.

L’ultima performance di fronte al pubblico avvenne in occasione della Cerimonia di Apertura dei Giochi Olimpici di Torino 2006, in cui il Maestro incantò la platea mondiale con un’esibizione superba di “Nessun Dorma”.

Penso che una vita per la musica sia una vita spesa bene

 ed è a questo che mi sono dedicato

Luciano Pavarotti

Lascia un commento

Testo di sicurezza:*

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra