Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

DOTT. GERARDO MEDEA
Responsabile Area Metabolica, Società Italiana di Medicina Generale

VALORE POST PRANDIALE: 66. E' NORMALE?

Domanda

Caro dottore, sono una donna di 55 anni, da settembre mi sono sparite di colpo le mestruazioni. Ieri, siccome il mio babbo 86 enne ha il diabete e la macchinetta per misurarlo, l'ho fatto a meno di due ore dal pasto principale e il valore è stato 66… Gli altri lo avevano tutti al di sopra del cento. Volevo sapere come mai e se devo preoccuparmi. Grazie, attendo risposta.

Risposta

Gentilissima Giuseppina,

il diabete è caratterizzato da valori elevati della glicemia a digiuno e/o dopo un pasto (in genere si usa misurarla in questo caso dopo 2 ore dall’inizio dello stesso).
Non assumendo Lei farmaci antidiabetici, al momento non mi preoccuperei e semmai (avendo una familiarità per diabete) è opportuno che Lei effettui un controllo della glicemia (ma in laboratorio!) e sulla base del risultato il suo medico curante le potrà eventualmente consigliare una curva da carico, che in modo più standardizzato, valuterà anche la glicemia post prandiale (cioè dopo mangiato).
Se tutto fosse negativo, si ricordi di prevenire il diabete con tanto movimento e una sana alimentazione.

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio