Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

DOTT. GERARDO MEDEA
Responsabile Area Metabolica, Società Italiana di Medicina Generale

SONO DISPERATO: VALORI ALTI E RINUNCE ALIMENTARI

Domanda

Buon giorno, ho 67 anni peso 105 chili, esito da polio, pertanto camminare più di 100 metri mi è difficoltoso, ho diabete 2, la glicemia a 180 di media, cioè prelievi: mattino - prima di pranzo - dopo pranzo - prima di cena. Prendo diamicron 60 mg a rilascio modificato 2 pastiglie al mattino. Bevo un dito di rosso a pranzo ed uno a cena. Colazione con caffè e 3 biscotti, pranzo con 70-80 gr di pasta e una immensità di insalata che fra l'altro mi fa schifo, cena carne bianca e insalata, qualche volta 100 gr. di prosciutto o salame niente mortadelle o similari. Sono disperato sia per le rinunce alimentari sia per i valori così alti nonostante le pastiglie e la paura di dover passare alla penna insulinica. Mi potete aiutare con un consiglio, con gratitudine ed in attesa di leggervi.

Risposta

Gentile Signor Lino,

non si deve assolutamente scoraggiare.
Infatti lei assume ancora solo uno dei tanti farmaci antidiabetici oggi disponibili.
Associando e/ sostituendolo con altre molecole è assai probabile che i suoi valori della glicemia possano migliorare.
Ci sono farmaci usciti di recente sul mercato che hanno anche effetti positivi (cioè diminuiscono) sia l’appetito sia il peso corporeo. Ne parli col suo medico curante o diabetologo.

Non abbia infine il terrore dell’insulina. Essa innanzi tutta è una terapia che salva la vita e non viceversa una condanna.
Poi deve considerare che la fase dell’insulina è una tappa naturale e da un certo punto di vista inevitabile della storia di qualsiasi diabetico. Per arrivarci il più tardi possibile bisogna solo impostare bene tutta la terapia precedente (stile di vita e farmaci antidiabetici).

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio