Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

DOTT. STEFANO PARINI
Dirigente Medico dell’AUSL di Bologna presso l’U.O. di Medicina Interna dell’Ospedale di Budrio

PASSEGGIARE IN MOMENTI DIVERSI E' GIUSTO?

Domanda

Grazie ed ecco il mio quesito. Ho il diabete tipo 2. Da tempo pratico quanto lei consiglia e tutti i giorni faccio passeggiate da circa sei km ma in due tre momenti diversi. Sarebbe meglio in un solo tempo? Approfitto ancora. Ho una buona dieta ma qualche volta subisco scompensi glicemici (180-200) difficile da attribuire ai cibi. Sono un po' sotto stress, ansioso. Può dipendere da questo? I migliori saluti.

Risposta

Gentile Signore,

ad oggi questi sono i riferimenti ben dimostrati – e quindi da raccomandare con forza e senza alcun dubbio – circa l’attività fisica per chi ha il diabete:
- 150 minuti/settimana di attività fisica aerobica di intensità moderata (50-70% della frequenza cardiaca massima)
- ovvero almeno 90 minuti/settimana di esercizio fisico intenso (>70% della frequenza cardiaca massima)
- l’attività fisica deve essere distribuita in almeno 3 giorni/settimana e non ci devono essere più di 2 giorni consecutivi senza attività.

Nel concreto tutti noi ben sappiamo che per svolgere con regolarità una qualsiasi attività è fondamentale che possa conciliarsi per tempi, modi e logistica con i tanti impegni che inevitabilmente ciascuno di noi ha. Se quindi lei ha trovato un buon equilibrio nell’organizzare la giornata fra lavoro, famiglia, attività fisica ecc., continui così!

Quanto poi allo stress, le confermo che può influenzare in modo significativo il controllo glicemico.

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio