Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

DOTT. STEFANO PARINI
Dirigente Medico dell’AUSL di Bologna presso l’U.O. di Medicina Interna dell’Ospedale di Budrio

Metformina e aumento di peso

Domanda

Prendo 3 pastiglie al giorno di metformina 500, peso kg. 90 x 150 di altezza e non posso camminare per una grave malformazione ai piedi da circa 20 anni... prima volavo... operazione sconsigliata... perciò movimento zero... Emoglobina glicata 6,5, glicemia fra 95 e 110. Prendo pastiglia bisoprololo al mattino per controllo pressione, lansoprazolo 30 come gastroprotettore. Pochi mesi fa mi è stata consigliata mezza pastiglia al dì per la tiroide di TIAMAZOLO per FT4 che è al 1,74 mentre il TSH è persistentemente soppresso. Per paura effetti collaterali NON ho ancora iniziato cura con tiamazolo. Cosa faccio?? Grazie infinite. Mi dia un consiglio vero... Ho paura dei danni del tiamazolo... Grazie di cuore.

Risposta

Prescrivendole metformina, il suo Medico ha fatto quanto di più corretto si possa fare, specialmente per quelle persone in cui il diabete si associa a qualche chilo di troppo. Infatti la metformina non determina alcun incremento del peso, ma anzi può favorire una sua lieve riduzione, oltre che ovviamente permettere di avere un adeguato controllo della glicemia. E i valori (di glicemia e di HbA1c) che riporta nella sua mail documentano un controllo ottimale del diabete.

Quanto alla tiroide, è ormai ben noto che spesso diabete ed alterazioni della tiroide si presentano insieme. In particolare la condizione che lei presenta di eccessivo funzionamento della tiroide (detta in gergo tecnico “ipertiroidismo”) può determinare – col tempo – una alterazione del controllo glicemico. Inoltre può essere causa di significative modificazioni della attività del cuore. È quindi quanto mai opportuno che lei assuma il farmaco (metimazolo) che aiuta la tiroide a recuperare la sua normale attività.

Per completezza le segnalo che anche la metformina può avere una blanda – seppure temporanea – azione di freno sulla attività tiroidea.

Segua pertanto con grande serenità tutta la terapia che le è stata prescritta!

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio