Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

DOTT. STEFANO PARINI
Dirigente Medico dell’AUSL di Bologna presso l’U.O. di Medicina Interna dell’Ospedale di Budrio

INSULINA SPRAY E ADOLESCENZA

Domanda

Buongiorno, a mio figlio 15enne è stato diagnosticato Diabete Mellito 1: al momento fa 4 insuline/die (3 a rapido assorbimento, una a lento assorbimento); al momento i suoi valori glicemici sono ancora molto altalenanti. Pensa che il nuovo prodotto spray sarà perfezionato presto e potrebbe essere utile per mio figlio? La ringrazio per l'attenzione. Buona vita.

Risposta

Gentile Signora,

L’insulina spray – quando sarà commercializzata – potrà essere valutata come possibile alternativa all’insulina rapida ad uso prandiale, ma la sua efficacia e precisione nel controllo della glicemia, in particolare a confronto con la collaudatissima somministrazione sottocutanea, andrà comunque valutata su grandi numeri di pazienti, nella esperienza quotidiana ed in ogni singolo caso con la storia individuale e gli specifici problemi di compenso.

Venendo al controllo glicemico complessivo, va detto con grande serenità e franchezza che, pur essendo ben chiari gli obiettivi i glicemici da ricercare nella adolescenza (glicemia preprandiale 90-130; glicemia post-prandiale 120-160; glicemia bed time / notte 90-150; HbA1c <58 mmol/mol ovvero <7,5%), nell’età compresa fra i 13 ed i 19 anni è ben noto come raramente sia possibile avere valori glicemici vicino alla normalità.

Chi si dedica a questa tipologia di pazienti, sa bene come sia importante, nel valutare l’andamento della glicemia, non trascurare aspetti peculiari come la sensibilità all’insulina (che tende a modificarsi con la maturazione sessuale), la crescita fisica, la capacità di attuare l’autogestione, la particolare vulnerabilità neurologica all’ipoglicemia, la variabilità dei comportamenti alimentari e dell’attività fisica, oltre che aspetti gestionali strettamente connessi con dinamiche familiari, emozionali, e di maturazione psicologica, tutti elementi che caratterizzano fortemente l’età adolescenziale.

È bene quindi affidarsi alle valutazioni del centro diabetologico specializzato nella cura di bambini ed adolescenti con diabete che segue il suo ragazzo, sapendo che – superata questa fase della vita – probabilmente il controllo glicemico tenderà a migliorare.

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio