Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

VIETATO STARE FERMI

Muoversi è fondamentale, c’è poco da dire. Durante le vacanze di Natale lo è ancora di più, dato che è proibito rifiutarsi di mangiare.

Esiste però un rimedio a tutto, e uno di questi è ballare. Il ballo è per tutti: donne e uomini, giovani e adulti, iperattivi e superpigri. Il ballo è un’attività aerobica e, in quanto tale, consigliata a chi è diabetico. Da soli, in coppia o in gruppo, ciò che più conta è divertirsi in tutta tranquillità, con la consapevolezza che nulla è precluso.

Scegliete il tipo di ballo più adatto alle vostre esigenze e al vostro gusto, anche in base alle caratteristiche personali: peso, stile di vita, etc. Non esistono “balli sconsigliati”: polka, salsa, balli di gruppo, danza classica o moderna, tango argentino o pizzica salentina, insomma tutto quello che vi passa per la testa. Bisogna solo seguire una serie di precauzioni compatibili alla vostra condizione psicofisica.

Ovviamente bisogna effettuare la rilevazione della glicemia prima e dopo l’attività fisica, perché la glicemia va sempre tenuta sotto controllo. Non iniziate nessun tipo di attività fisica in presenza di valori glicemici superiori a 200 mg/dl e inferiori a 80 mg/dl.  Se non avete fretta e orari precisi, vi conviene aspettare che i valori rientrino nei parametri.
Provate ad aiutarvi con un diario da aggiornare ogni volta: annotate cosa avete fatto, il  tempo che avete dedicato e magari anche le vostre sensazioni soggettive. Inserite gli  eventuali interventi di insulina o zuccheri, se ne avete avuto necessità. Inoltre aggiungete  il vostro comportamento alimentare: tipologia dei pasti e acqua bevuta. Il diario aiuta voi e il diabetologo a capire l’efficacia del ballo e i progressi del vostro diabete.

Lasciatevi andare alla musica … e buon 31 dicembre!

Lascia un commento

Testo di sicurezza:*

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra